Medico Esperto Qualificato EOS-DRS sul trattamento del russamento e dei Disturbi respiratori nel Sonno
22 Settembre 2020
Servizi

Patologia dell´articolazione temporo-mandibolare

Chirurgia Maxillo Facciale
L´articolazione temporo-mandibolare è parte integrante dell´apparato stomatognatico. Tale apparato viene rappresentato oltre che dall´articolazione temporo-mandibolare anche dalla struttura neuro muscolare e dalle arcate dentali.
Fra questo sistema ed il sistema nervoso centrale si stabiliscono delle fini interrelazioni che comportano una modifica di tutte le componenti alla variazione di una sola. Da questo deriva che un alterazione dello stato neurologico del paziente come in caso di stress può comportare un alterazione dell´apparato stomatognatico e viceversa un alterazione dell´apparato stomatognatico può comportare una modifica dello stato emozionale del paziente.
La diagnosi di una patologia a carico dell´articolazione temporo-mandibolare deve prendere in considerazione tre elementi basali: l´anamnesi, l´esame clinico, gli esami strumentali.
L´anamnesi è fondamentale per risalire all´esordio della patologia e quindi a determinare una prima distinzione fra patologia di origine traumatica, malformativa, infiammatoria o disfunzionale. Generalmente il paziente con patologia articolare riferisce il dolore come problematica principale. E´ importante la diagnosi differenziale con patologie di natura otorinolaringoiatrica o con patologie a carico del rachide cervicale. Soprattutto queste ultime sono causa frequente di irradiazione del dolore all´articolazione temporo-mandibolare e la contestualità fra le due patologie è presente il più delle volte nei disturbi di tipo muscolare.
Un aspetto che troppo spesso viene trascurato è quello di indagare sulle abitudini viziate del paziente, come ad esempio masticare in maniera ossessiva il chewing gum, che possono comportare disfunzioni muscolari oppure tenere oggetti tra i denti come ad esempio una penna perché può dar luogo a dislocazioni meniscali.
Infine è di fondamentale importanza considerare la terapia farmacologica in quanto alcuni farmaci possono svelare patologie nascoste o misconosciute da parte del paziente.
La terapia in oltre il 90% dei casi è di tipo medico mentre solo un 5-10% di pazienti ha necessità di ricorrere ad interventi chirurgici.
Le patologie più frequenti sono:
l´ "internal derangement" il cui sintomo più comune è il click articolare, caratterizzato da incoordinazione tra condilo e disco articolare
il "lock acuto o cronico" ovvero il blocco funzionale dell´articolazione in quanto il menisco si interpone tra condilo e fossa glenoide impedendo di fatto il movimento articolare ed il paziente rimane a bocca chiusa
la "lussazione della mandibola" in cui il condilo in massima apertura sorpassa il tubercolo articolare non riuscendo più a tornare indietro ed il paziente rimane a bocca aperta.
La terapia nel 95% dei casi è di tipo medico.
La terapia della patologia articolare si avvale dell´ausilio di placche gnatologiche e terapie miofunzionali.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio